COSA ASPETTARSI DAL METAVERSO

image

“Well, all information looks like noise until you break the code”

-Neal Stephenson, Snow Crash

Nel 1992 Neal Stephenson coniò per la prima volta il termine Metaverso nel suo romanzo cyberpunk “Snow Crash”. Dopo 30 anni, numerosi tentativi ed evoluzioni, un nuovo mondo virtuale e immersivo è qui a cambiare i nostri equilibri economici e sociali.
Ma cosa possiamo (e dobbiamo) aspettarci da questo fenomeno?

Dal punto di vista professionale, il nuovo strumento del Metaverso porterà con sé la nascita di nuovi lavori. La realtà virtuale e la realtà aumentata garantiranno ambienti realistici dove i nostri avatar discuteranno di lavoro e genereranno nuovi contesti dove fare e creare business. Collaborare con persone situate in luoghi lontani (già semplificato con gli attuali strumenti di videoconferenza 2D) sarà più facile e realistico grazie a nuovi strumenti come l’Oculus. Il Metaverso favorirebbe anche la formazione, facilitando l’interazione tra colleghi e subordinati all’interno delle aziende che abbracciano il lavoro da remoto - elemento apprezzato ma con dei limiti segnalati dai lavoratori stessi per quanto riguarda il formare e l’essere formati.
Le grandi istituzioni informatiche, che decidono cosa è strategico e cosa no, negli anni hanno dato un peso crescente al Metaverso. Guardiamo qualche dato: a partire dal 2021 Meta Platform assume migliaia di persone in Europa per lavorare allo sviluppo del Metaverso. Facebook, nello stesso anno, cambia nome in Meta per allacciare ancor di più la propria immagine al Metaverso. Altre aziende, come Microsoft e Apple destinano sempre più risorse ad investimenti e ricerche sul Metaverso. Senza tralasciare, dal lato prettamente finanziario, la rilevanza crescente delle criptovalute nei mercati.
Una vera e propria rivoluzione, insomma. Non molto diversa da quella suscitata dalla nascita di Internet anni fa.
Come si comporteranno le Imprese italiane in tutto ciò? Agiranno tempestivamente o si faranno trovare impreparate come sta avvenendo con la transizione digitale verso l’industria 4.0?


Se in ambito professionale il Metaverso sembra essere una fonte di nuove carriere e veicolo di una formazione più accessibile, è d’obbligo discutere sull’aspetto più umano del lavoratore: il “fattore individuo”. Non possiamo vivere senza la socialità. L’importanza dell’altro, dello svago e dello svago con gli altri sono elementi fondamentali della vita. Il Metaverso oltre a presentare un’evoluzione del lavoro, sottolinea un focus verso la socializzazione nel nuovo mondo virtuale.
Se la creazione e lo sviluppo dell’ampio progetto del Metaverso sono il risultato di studi scientifici, matematica e codici, gli individui che lo andranno a popolare no.
Con lo scoppio della pandemia da Covid-19 molte delle cose che davamo per scontate sono venute meno - le nostre abitudini completamente rivoluzionate. Ci portiamo dietro gli strascichi di mesi e mesi di privazioni e limitazioni sociali, ci risulta ancora difficile abbracciare e stringere la mano di qualcuno senza calcolare dei rischi. Vogliamo viaggiare di più perché per troppo tempo non abbiamo potuto. Le nostre giornate sono state accompagnate a lungo da angoscia e poca libertà. Le emozioni che scaturiscono dallo stare a contatto e divertirci con le persone a noi care hanno acquisito un valore molto più forte rispetto a prima della pandemia.

Multiverso

Non perché prima non fossero importanti, ma perché ora tutti noi sappiamo cosa vuol dire stare senza.
In un mondo che si affaccia ad una realtà di lavoro e di vita virtuale (perché nel metatarso puoi seguire concerti e comprare le cose) dove hai modo di incontrarti e relazionarti con gli altri - a farlo sarà il tuo avatar e non la tua vera persona - che ruolo avrà e come inciderà il fattore emozionale?
L’individuo, come lavoratore e essere umano, necessita di pause (di diritto e di buon senso) dal proprio computer e dalla propria presenza online. Come risponderà il Metaverso alle esigenze emozionali delle persone? E, viceversa, come risponderanno le persone alle esperienze virtuali del Metaverso? Tutto fa presumere che non dovremo aspettare ancora a lungo per rispondere a queste domande.

Seppur la realizzazione del Metaverso sia ancora in corso, alcune caratteristiche e funzionalità iniziano a essere disponibili: è già possibile giocare, lavorare e concludere trattative; gli utenti possono mettere a disposizione di altri dei servizi; è possibile utilizzare degli strumenti di realtà aumentata per rendere più interattiva e reale la propria permanenza ed è già permesso utilizzare valute, cripto e reali, per svolgere attività.

Le innovazioni tecnologiche esistono da sempre - fortunatamente. La qualità della vita è migliorata grazie al progresso e all’evoluzione. Qualcosa che succede ciclicamente e che modifica per sempre il nostro modo di vivere, basti pensare al già citato avvento di Internet. I cambiamenti sono inevitabili, obbligatorie sono le calibrature: tutti devono poter beneficiare dei lati positivi delle nuove tecnologie e tutti devono ricevere gli strumenti per proteggersi dalle stesse.Un mondo high tech che mette al centro l’individuo. Questo è quello che ci auguriamo e quello per cui ci impegniamo ogni giorno.


Contattaci